Warning: session_start() expects parameter 1 to be array, string given in /usr/home/fundaciojvfoix.org/web/web2017/wp-includes/class-wp-hook.php on line 288 Cronologia | Fundació JV Foix

Cronologia

1893
Nasce a Sarrià (Barcellona), il 28 di gennaio.

1901
Frequenta la scuola municipale diretta da D. Salvador Mundi, maestro di “bacchetta”, dove crea il giornale Lo Català insieme a Josep Obiols.

1905-07
Scrive sul Patufet, sul quale suole firmare con uno pseudonimo.

1911
Inizia la sua opera sotto forma di diario su dei quaderni con copertina di caucio nero. Accede all’università, alla facoltà di Giurisprudenza. Una profonda inclinazione alla lettura dei classici ed una crisi di natura spirituale influiscono sulla sua decisione di abbandonare gli studi quando si trova al secondo anno. Lavora presso una tipografia acquistata dal padre.

1916
Iniziano i contatti con i movimenti avanguardisti francese ed italiano.

1917
Grazie all’amicizia con Joaquim Folguera inizia a collaborare con La Revista, diretta da M. López Picó. Conosce Joan Miró, al quale lo unirà una grande amicizia.

1918
Iniziano i periodi di permanenza a Sitges, dove conosce Josep Carbonell i Gener. Dirige gli ultimi numeri della rivista avanguardista Trossos, precedentemente diretta da Josep M. Junoy.

1919-1920
Forma parte della redazione de La Cònsola, rivista di Sarrià dove appaiono varie delle sue collaborazioni, anche se non sempre firmate. Grazie alla sua azione di mediazione personale, arrivano collaborazioni di altri poeti, come Riba, Carner e Ventura Gassol.

1920
Pubblica in La Cònsola “El poema de Catalunya”, uno dei pochi poemi visuali che ha prodotto.

1921
Dirige la rivista Monitor insieme a Josep Carbonell i Gener.

1922
Forma parte del gruppo fondazionale di Acció Catalana, e redige i primi numeri del bollettino.
Inizia la sua collaborazione con il quotidiano La Publicitat, dove scriverà fino al 1936.

1923
Inaugura la pasticceria Foix nella piazza di Sarrià.

1924
Cominciano i soggiorni a Port de la Selva, località già frequentata da Alexandre Plana, Josep M. de Sagarra ed altri scrittori.

1925
Conosce Salvador Dalí.

Collabora alla Revista de Poesia.

1926
Entra a far parte della redazione de L’Amic de les Arts di Sitges.
Presentazione dell’esposizione di Salvador Dalí nelle Gallerie Dalmau del Passeig de Gràcia di Barcellona.

1927
Pubblicazione del suo primo libro di poemi in prosa, Gertrudis, che Joan Miró illustra con un disegno originale.

1931
Si sposa con Victòria Gili i Serra. I coniugi si separano nel 1948.

1932
Appare KRTU, il suo secondo libro. Partecipa alla fondazione del gruppo ADLAN (Amics de l’Art Nou).

1933
Delegato catalano nel Congresso del PEN CLUB, che si celebra a Dubrovnik (Yugoslavia).

1934
Pubblica con Josep Carbonell Revolució Catalanista, un insieme di articoli che esprimono l’ideario politico di entrambi gli autori. Dirige la terza tappa della Revista de Catalunya.
Passa a dirigere la pagina letteraria de La Publicitat. Alterna la sua firma J.V. Foix a quella di Fòcius ed altri pseudonimi.

1935
Fonda insieme a Carles Riba, Tomàs Garcés, Marià Manent e Joan Teixidor la rivista Quaderns de Poesia.

1944
Collabora in Poesia, rivista che pubblica Josep Palau i Fabre.

1946
Collabora alla rivista Ariel.
Presentazione presso il Centro Escursionista “Els Blaus de Sarrià” dell’esposizione di Joan Ponç, Tort, Puig i Boadella.

1947
Pubblica, con data 1936, il libro di sonetti Sol, i de dol, che, con gli anni, arriverà ad essere paradigmatico.

1948
Collabora alla rivista pubblicata dal gruppo Dau al Set con lo stesso nome.

1949
Appare il libro più criptico di J.V. Foix Les irreals omegues. La maggior parte dei poemi fanno riferimento alla Guerra Civile ed al dopoguerra.

1952
Assiste con altri poeti catalani al Congresso di Poesia di Segovia. Stringe una relazione di amicizia con Vicente Aleixandre.

1953
Partecipa al Congresso di Poesia di Salamanca. Pubblica un nuovo libro di poemi: On he deixat les claus.

1956
Pubblica parte dei poemi iniziati nel 1911 sotto il titolo Del Diari de 1918, con prologo di Josep Romeu Figueras.

1959
Congresso di Poesia di Formentor.

1960
Raccoglie nel libro Onze Nadals i un Cap d’Any i poemi natalizi che inviava ai suoi amici.
Collabora alla rivista Serra d’Or in maniera anonima.

1961
Riceve la Lletra d’Or per la pubblicazione del suddetto libro.
È designato membro aggregato dell’Institut d’Estudis Catalans, Sezione Filologica.

1962
È designato membro numerario dell’Institut d’Estudis Catalans, Sezione Filologica.
Presiede la delegazione catalana che assiste al congresso della COMES (Comunità Europea degli Scrittori) a Firenze.

1963
Appare L’estrella d’En Perris dove continua a manifestarsi lo stile dei poemi in prosa che formano parte del progetto Del Diari de 1918.

1964
Pubblica nel volume Obres poètiques le sue poesie e opere di prosa poetica complete, dove include come prologo la “Lletra a Clara Sobirós”, espressione capitale della sua poesia. Aggiunge inoltre i poemi che fanno parte del libro Desa aquests llibres al calaix de baix così come altri poemi inediti.

1965
Pubblica Catalans de 1918, ritratti letterari dei suoi maestri e coetanei, con prologo di Joan Colomines. Appare Escenificació de cinc poemes, libro dove adatta cinque poemi de L’estrella d’En Perris al teatro. Le illustrazioni di quest’edizione sono di Pla-Narbona.

1966
Gli concedono il Premio Nazionale di Letteratura Catalana.

1969
Riunisce ne Els lloms transparents articoli apparsi ne La Publicitat. Il prologo è di Ferrater.

1970
Pubblica Darrer Comunicat, nuovo libro di poemi Del Diari de 1918. Appare Allò que no diu La Vanguardia, libro fatto dalle composizioni in prosa della sezione “Telegrames” de La Publicitat oltre che da alcuni nuovi poemi brevi. Si pubblica La pell de la pell, libro da bibliofilo con testo de J.V. Foix ed acqueforti di Joan Ponç.

1971
Pubblica Mots i maons o cascú el seu, libro di pensieri sulla poesia e sull’architettura.

1972
Appare in un volume a parte Desa aquests llibres al calaix de baix. Esce un nuovo libro di poemi in prosa: Tocant a mà. Si rappresenta la prima della cantata “A cal fuster hi ha novetat” nel Palau de la Música Catalana. Testo di J.V. Foix e musica di Narcís Bonet.

1973
Compie 80 anni. Inizia una fase di riconoscimento unanime. Riceve il Premi d’Honor de les Lletres Catalanes.

1974
Il FAD (Foment de les Arts Decoratives) gli concede la Medaglia d’onore dell’ente. Pubblica, illustrato da Joan Ponç, 97 notes sobre ficcions poncianes. Appare il primo volume delle Obres Completes. Poesia. Con introduzione di Pere Gimferrer.

1978
È presidente d’onore alla conferenza del PEN Club a Barcellona.

1979
Appare il secondo volume delle Obres Completes. Prosa.

1980
Riceve il Premio Crítica de Serra d’Or. Il Comune di Barcellona gli concede la Medaglia d’Oro della Città.

1981
La Generalitat di Catalogna gli concede la Medaglia d’Oro.

1984
Il governo francese lo decora e lo nomina Chevalier de l’Ordre des Arts et des Lettres. L’ Università di Barcellona gli conferisce il titolo di Doctor Honoris Causa. Appare L’Estació, con incisioni di Antoni Tàpies. Gli si concede il Premio Nacional de las Letras Españolas per tutta la sua opera.

1986
Riceve il premio Ciutat de Barcelona per il suo ultimo libro Cròniques de l’Ultrason.

1987
Muore il 29 di gennaio. Il giorno prima aveva compiuto 94 anni.

Amics de les ArtsRevista ArielCatalunya FoixRevista Dau al setGertrudi 2Gertrudis 1PatufetQuaderns de poesiaRevista de poesiaTrossos

Tornare indietro